Opera omnia. Edizione digitale in facsimile (DFGA)

Le Digitale Faksimile-Gesamtausgabe (DFGA) curata da Paolo D’Iorio e pubblicata da Nietzsche Source ha l’obiettivo di fornire per la prima volta una riproduzione digitale dell’intero lascito di Nietzsche, comprese le prime edizioni delle opere, i manoscritti, le lettere e i documenti biografici che rappresentano le fonti primarie per lo studio della vita e dell’opera di Nietzsche e per l’interpretazione della sua filosofia. L’edizione facsimile consentirà agli studiosi, per esempio, di verificare la correttezza delle differenti edizioni testuali, base di ogni successiva interpretazione filosofica. Se i manoscritti di Nietzsche fossero stati liberamente disponibili, non sarebbe mai stato possibile compilare “La volontà di potenza”, libro che Nietzsche non ha mai scritto. La DFGA consentirà inoltre agli studiosi di cimentarsi in nuove imprese di ricerca, come, ad esempio, la ricostruzione della genesi delle opere di Nietzsche o l’analisi dello sviluppo del suo pensiero filosofico attraverso i suoi manoscritti, secondo le metodologie della critica genetica.

I lettori potranno consultare i facsimile digitali a colori ad alta risoluzione, ingrandirli, stamparli o registrarli sul proprio computer. La DFGA si basa su uno specifico sistema di catalogazione digitale che attribuisce a ogni pagina un indirizzo Internet unico e stabile. La DFGA intende essere il più possibile compatibile con l’edizione di riferimento e la letteratura critica esistente. Per questo, invece di adottare la recente classificazione realizzata dal Goethe- und Schiller-Archiv, dove è conservato il lascito di Nietzsche, o di proporre una nuova catalogazione, abbiamo deciso di adattare la classificazione realizzata nel 1933 da Hans Joachim Mette che è la più usata dagli studiosi. La classificazione della DFGA completa quella di Mette correggendone gli errori e colmando le lacune nella numerazione. Le sigle usate negli URL corrispondono alle abbreviazioni di Mette seguite dal numero di pagina. Ad esempio, la pagina 194 del manoscritto M II 1 può essere visualizzata al seguente indirizzo: www.nietzschesource.org/DFGA/M-II-1,194.

Queste caratteristiche rendono la eKGWB una delle prime edizioni digitali suscettibili di essere utilizzate e citate nella ricerca accademica. In futuro, un sistema di concordanze assicurerà la compatibilità della DFGA con tutte le precedenti classificazioni dei manoscritti di Nietzsche nonché con l’edizione critica di riferimento, rendendo così possibile, ad esempio, rinvenire direttamente la pagina del manoscritto nella quale Nietzsche ha scritto un testo pubblicato da Colli/Montinari come frammento postumo.